*MerryXmas and a HappyNewEra

Super Mario Monti

Goodbye Steve Jobs

Una raccolta degli omaggi comparsi oggi sulla rete per la dipartita dell’iGenio!

L’attivismo al tempo dei social!

Gli strateghi del web sociale si arrovellano tutti i giorni per trovare la giusta alchimia per un buzz esplosivo e lavorare ogni giorno sull’analisi di queste dinamiche non è facile, come non è facile riuscire a fare il boom. Greenpeace secondo me ci è riuscita! Unendo l’anima nerd che risiede in ognuno di noi con l’ossessione da badge mutuata da Foursquare ha lanciato la campagna VW Darkside, un mix tra gioco e attivismo social il tutto infiocchettato nello scenario della saga più nerd della storia. Non dico altro, njoy the game!

Forum Digitale 2011

Anche se un pò in ritardo un breve post sulla bella esperienza al Forum Digital 2011.

Quando Nicola Mattina mi ha invitato a preparare un Ignite per la session che si sarebbe tenuta durante il Forum della Comunicazione Digitale a Milano ero sicuramente lusingato di partecipare ma altrettanto dubbioso su cosa preparare, poi è arrivato lo spunto.

Colgo molto spesso in queste occasioni in cui si parla di innovazione e futuro della comunicazione digitale, anche in presenza di ricchi e succosi panel di esperti in materia, una grande carenza di figure come i designer, i grafici ed i progettisti in genere, figure fondamentali per la visibilità, il futuro ed il successo di questo settore. Molto spesso la visione tecno-centrica toglie spazio a quelle che sono esperienze e caratteristiche fondamentali come l’interaction design, l’user interface design ed il progetto di design in genere. Così ho deciso di proporre una riflessione che partisse esplicitamente dal punto di vista del progettista e che da quell’esperienza suscitasse riflessioni che spesso vengono sottovalutate.

In questo caso specifico, quello del futuro dell’editoria digitale, sono andato ad indagare su quelle che dovrebbero essere le linee guida per il vero successo del progetto editoriale per supporti non cartacei. Il supporto cartaceo rappresenta un simbolo per la nostra cultura, un simbolo che ha in se una serie di valori aggiunti che non sono dati dal contenuto specifico. Calcare le strade del marketing e della pubblicità per il passaggio dal cartaceo al digitale senza tener conto di quelli che sono i valori più profondi che il prodotto editoriale a acquisito da Gutenberg a Steve Jobs rischia di generare una bolla che nessuno di noi desidera. A mio avviso è quindi necessario tenere conto di quanto stà dietro a quel gesto, a quel rito, che da cinquecento anni ci tiene attaccati alle pagine di libri, riviste e quotidiani.

*AUGURI

I miei più sinceri auguri per un felice Natale ed un grandioso 2011.

Francesco

10 Idee per un regalo di natale economico e divertente

Mix Stix Drumstick Wooden SpoonsA meno di dieci giorni dal Natale 2010 ho pensato di proporre una breve raccolta di gadget economici e divertenti da regalare ad amici, parenti e colleghi:

1. Half Full Glass – Il bicchiere positivo

2. Tea Sub – L’infusiera più beat che ci sia

3. Brain Freeze Ice Cube Molds – Per cocktail pieni di idee

(more…)

Tim e iPhone4? Aspetta e spera

Esattamente due anni e tre mesi fa acquisto iPhone 3 in un negozio Tim stipulando con la compagnia un contratto di due anni, durante il quale avrei corrisposto circa 50€ al mese per i servii telefonici e per il telefono.

Lo scorso settembre, qualche giorno prima della scadenza del contratto mi reco presso un centro Tim di Firenze intenzionato a chiudere un nuovo contratto per passare ad iPhone4 e qui comincia l’odissea. Al primo negozio che vado mi comunicano che hanno disponibili apparecchi Apple per almeno due settimane, così decido di recarmi ad un altro centro Tim autorizzato. Anche il secondo negozio mi dice la stessa cosa e mi aggiunge che in Firenze a quella data (circa il 6 settembre) nessun negozio disponeva di iPhone4. Decido pertanto di farmi inserire nelle liste di attesa per iPhone4 di due centri Tim. Dopo circa 3 settimane alzo il telefono e faccio un pò di telefonate, prendo la lista di tutti negozi a marchio Tim di Firenze e li chiamo tutti. Risultato? Nessuno di questi disponeva di un iPhone nè ha saputo darmi una risposta. Decido pertanto di rivolgermi alla grossa distribuzione (centri commerciali, megastore, …). Anche qui picche! (more…)

Bruschetta Party

bruschetta-prty

Volevo cominciare ringraziando tutti i partecipanti al primo Bruschetta party di casa Terzini/Rapalli. Grazie ad ognuno per la presenza e la compagnia. Giovedì abbiamo festeggiato l’olio nuovo all’insegna di bruschette e vino (novello e non). Come anticipato il menù prevedeva: Bruschette con l’olio nuovo, bruschette con il cavolo nero, bruschette con fagioli zolfini del valdarno e brushcette salsiccia e stracchino. Devo dire che facendo un breve sondaggio sul campo sembrerebbe che quelle con l’olio e quelle con i fagioli siano andate per la maggiore. Io e Alessandra, principalmente su sua iniziativa, abbiamo deciso di utilizzare solo stoviglie in mater bi e prodotti di stagione. (more…)

Pisapia scavalca Boeri

giuliano_pisapia_logo Alle primarie di centro-sinistra per la scelta del candidato sindaco da contrapporre alla Moratti per le prossime elezioni ha vinto l’esponente di Sinistra Ecologia e Libartà Giuliano Pisapia. Anche non volendo impegnarsi capisco molto bene che i vertici del PD non hanno ancora capito che c’è qualcosa che non funziona: alle primarie di Firenze appoggiano Pistelli e vince Renzi, in Puglia appoggiano Boccia e vince Vendola, a Milano appoggiano Boeri e vince Pisapia. Anche se ognuno di questi casi è da considerare come fatto a se stante per contingenze e caratteristiche, resta il fatto che il candidato appoggiato ufficialmente dal PD ha perso sempre. Non mi sento di commentare oltre se non di richiamare all’attenzione questi dati domandando una seria riflessione.