Cosmic Panda, la nuova interfaccia di Youtube?

YouTube sta attualmente testando una nuova interfaccia maturata dal sudore dei giovani progettisti che lavorano nel suo incubatore, TestTube.

L’esperimento, chiamato Cosmic Panda, è stato annunciato giovedì sul blog ufficiale di YouTube. Quando si entra in Cosmic Panda, YouTube ci suggerisce di controllare un video, un canale o una playlist (e così ho fatto!)

Nella fruizione dei singoli video la nuova interfaccia garantisce una buona lettura in quanto i video sono piazzati su sfondo nero e come è  questo favorisce la lettura dei fotogrammi che scorrono sul video. Per quanto riguarda i canali trovo che ancora non ci siamo, la complessità dell’offerta che alcuni canali propongono già da tempo su youtube in questa nuova versione ne esce penalizzata. Per quanto riguarda le playlist trovo che le differenze rispetto alla versione attuale di youtube non siano molte, da apprezzare il fatto che la pagina non venga ricaricata dopo la conclusione di ogni video.

Per il resto il redesign degli elementi che compongono l’interfaccia risulta gradevole, anche se ancora si sente la mancanza di qualcosa, icuramente mancano ancora diversi passi in avanti ma direi che Cosmic Panda è una buona base di partenza.

The Google Plus project…

Dopo il fallimento di Google Wave e il moderatissimo successo di Google Buzz l’astronave che domina il web decide di approdare su una nuova galassia. A prima impressione il nuovo mastodontico progetto Google Plus mi sembra lanciare aspettative di pari intensità rispetto a quelle che si percepivano nella rete lo scorso anno al lancio di Wave ma con molto meno buzz e chiacchericcio.

A Mountain View sembra che abbiano deciso di caricare il lancio di Plus proponendo contenstualmente il redesign dell’interfaccia del motore di ricerca la quale, nei suoi nuovi tratti distintivi, ammicca chiaramente al segno utilizzato per il nuovo servizio.. Come sempre gli interventi risultano minimali ma significativi. Tra tutti quello più degno di nota sembra essere il lavoro che è stato fatto sugli elementi iconografici, che, come si intuisce vanno ad anticipare quelli di Plus.

Come già è stato per Wave, anche per Plus si riescono ad intuirne le funzionalità e le potenzialità, ma come si è potuto sperimentare lo scorso anno, “tra il dire e il fare…”. Lascio le conclusioni a quando lo avrò provato un pò, intanto…

…la corsa all’invito è iniziata!

L’attivismo al tempo dei social!

Gli strateghi del web sociale si arrovellano tutti i giorni per trovare la giusta alchimia per un buzz esplosivo e lavorare ogni giorno sull’analisi di queste dinamiche non è facile, come non è facile riuscire a fare il boom. Greenpeace secondo me ci è riuscita! Unendo l’anima nerd che risiede in ognuno di noi con l’ossessione da badge mutuata da Foursquare ha lanciato la campagna VW Darkside, un mix tra gioco e attivismo social il tutto infiocchettato nello scenario della saga più nerd della storia. Non dico altro, njoy the game!

Internet Better Business

Ieri giornata all’Auditorium Santa Apollonia di Firenze per l’evento Internet Better Business organizzato da Fondazione Sistema Toscana e CNA Giovani Imprenditori Toscana.

La mattinata ha visto un panel sul tema Banda larga, new media, comunicazione, social network e innovazione introdotto da Mirko Lalli e moderato da Andrea Di Benedetto. Mirko Lalli ha introdotto con il tema del Digital Divide e del Divide Culturale illustrando come in Italia ancora ci siano delle difficoltà nel percepire la rete come una vera e propria risorsa imprenditoriale e come la rete da gran parte dell’opinione pubblica e dei media mainstreem sia percepita come un luogo denso di rischi. Gli ospiti hanno offerto una veduta generale sul panorama imprenditoriale Toscano ed Italiano e su come, nonostante le difficoltà legate all’ambiente non troppo fertile, possano nascere realtà imprenditoriali interessanti.

Dopo due chiacchere con Nicola Mattina e Gianluca Dettori durante la pausa pranzo a base di panini, schiacciate e crostini con i migliori salumi toscani è iniziata la sessione pomeridiana con i workshop.

Gianluca Diegoli e Jacopo Pasquini (rispettivamente Minimarketing e Doctor Brand) hanno condotto il workshop Social mktg business illustrando brevemente le linee guida di base per un’efficace strategia social per piccole e medie imprese. Molte linee guida di base, molti esempi di errori comuni da evitare e qualche case study sul palco.

Infine Nicola Mattina ha condotto e moderato i 20 Ignite della giornata tra i quali segnalo Michele Barbera che ha parlato di Linked Open Data as a Service un servizio di gestione e distribuizione di dati, Davide d’Atri che ci ha parlato del progetto Soundreef e Silvia Mion che ci ha dato un pò di numeri interesantissimi sul progetto Zooppa.

La ciliegina sulla torta è stata l’interessantissima chiaccherata con i rappresentanti delle 2 più importanti Web Venture Capital Company Italiane, H-Farm e dPixel, rispettivamente rappresentate da Maurizio Rossi e Gianluca Dettori, i quali ci hanno le difficoltà e le possibilità che riscontrano nel loro difficile ma importantissimo lavoro.

Toscanalab Arezzo

toscanalab-arezzo

Toscanalab si trasferisce ad Arezzo per una giornata interamente dedicata i giovani.

L’evento organizzato da Fondazione Sistema Toscana dopo il successo dell’edizione di Giugno rinnova la sua offerta organizzando, in collaborazione con la Provincia di Arezzo, una giornata per indagare su come la rete Internet possa realmente migliorare la vita delle nuove generazioni. (more…)

BTO 2010

buy-tourism-online

Anche quest’anno a Firenze si è tenuto uno dei più importanti eventi a livello nazionale ed internzionale sul turismo. BTO (Buy Touirism Online) non ha deluso le aspettative. In una location spledida come la Stazione Leopolda si è parlato di mercato del turismo, di strategie di promozione e di comunicazione, di marketing e di social media. Un format vivace con interventi singoli (Speaker per un giorno), Panel di esperti e conversazioni con il pubblico.

Tra i panel più interessanti della due giorni fiorentina ci sono stati sicuramente “Mobile Better Tourism” ed “Il cecchino miope”. (more…)

Hello world!

Dopo 3 blog dei quali oltre all’aspetto ho dimenticato anche il numero di post (pochi a dire la verità) provo a riprendere un’impresa che non mi è mai riuscita quella di scrivere qualcosa che oltre a parlare delle cose che faccio possa suscitare riflessioni, discussioni e perchè no nuovi progetti.

Scrivere è un impegno che richiede costanza e metodo, è una responsabilità che oggi mi sento di predere per indagare ciò che mi circonda.